Premio Anassilaos Giovani 2019

Nell’ordine: Luca Pellerone, Cosimo Ieracitano, Caterina Schiariti, Alessia Donato, Diego Savasta, Iside Rita Laganà, Laura Quattrocchi Brancia, Mariangela Gangemi, Elena Siclari, Tiziana Ciano, Antonella Nucera, Biagio Zampogna, Antonio Sergi, Silvia Malara.

In una lettera a Francesco Cesi, promotore dell’Accademia dei Lincei, Galileo Galilei definiva il ruolo dei giovani nella costituenda Accademia: “fanno a nostro proposito sì i vecchi come i giovani; i dottissimi già, come quelli che al compimento della dottrina sono di buon passo incamminati ….. abbiamo bisogno di capitani e anco di soldati nella nostra filosofica milizia…”.

E’ in questo spirito – scrive Luca Pellerone, Presidente Anassilaos Giovani – che fin dal lontano 1996 il Premio Anassilaos si è arricchito di una Sezione Giovani riservata a ricercatori, studiosi, artisti, sui quali ricadrà l’onere e l’onore di continuare il lavoro dei maestri.

Anche in questa edizione del Premio, dunque, l’8 novembre prossimo, presso l’Auditorium Calipari,  accanto ai Maestri,  sarà  premiato un nutrito gruppo di giovani: Ing. Cosimo Ieracitano – Dottore di Ricerca in Ingegneria Civile, Ambientale e della Sicurezza presso il Dipartimento DICEAM della Università Mediterranea di Reggio Calabria. Collaboratore presso IRCCS Centro Neurolesi Bonino Pulejo Messina. Attività di tutorship nell’ambito del progetto: “Adjuva tecnologie di supporto dei processi di monitoraggio e riabilitazione”; Prof.ssa Caterina Schiariti – Dottore di ricerca in Tradizioni religiose presso l’Università di Messina, docente di Storia e Filosofia nei Licei, docente invitato di Storia delle Religioni presso l’ISSR di RC, autrice del romanzo “Bayle. La difficoltà dell’essere”; Dr.ssa Tiziana Ciano –   Dottoranda di ricerca in Diritto  ed Economia presso il Dipartimento di  Giurisprudenza, Economia e Scienze Umane dell’Università degli Studi “Mediterranea” di Reggio di Calabria; Ing. Alessia Donato – Dottoranda in economia-statistica-managment- presso l’Università degli Studi di Messina. Ingegnere civile, esperto in infrastrutture e difesa del territorio. Dr.ssa Mariangela Gangemi – Dottoranda  di Ricerca in Diritto ed Economia presso il Dipartimento di  Giurisprudenza, Economia e Scienze Umane dell’Università degli Studi “Mediterranea” di Reggio di Calabria; Dr.ssa Iside Rita Laganà -Dottoranda di Ricerca in Diritto ed Economia presso il Dipartimento di  Giurisprudenza, Economia e Scienze Umane dell’Università degli Studi “Mediterranea” di Reggio di Calabria; Dr.ssa Antonella Nucera – Dottoranda di Ricerca in Scienze Agrarie, Alimentari e Forestali, curriculum Scienze Forestali presso il Dipartimento di Agraria dell’ Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria; Dr.ssa Laura Quattrocchi Brancia – Dottoranda di Ricerca in Beni Culturali della Chiesa presso il Dipartimento di Beni Culturali, Facoltà di Storia e Beni Culturali della Chiesa, Pontificia Università Gregoriana; Ing. Diego Savasta – Dottorando di Ricerca in “Ingegneria Civile Ambientale e della Sicurezza” presso Università degli Studi di Messina. Ingegnere Civile Idraulico; Dott.ssa Elena Siclari – Dottoranda di Ricerca in Filosofia del Diritto presso il Dipartimento di  Giurisprudenza, Economia e Scienze Umane dell’Università degli Studi “Mediterranea” di Reggio di Calabria. Prima tesi in cotutela con l’Università di Tolosa; Dott. Biagio Zampogna – Dottorando di Ricerca in Scienze Biomediche Interate e Bioetica presso l’Università Campus Bio-Medico di Roma; componente dell’Unità Operativa Complessa di Ortopedia e Traumatologia del Policlinico Universitario Campus Bio-Medico di Roma; Dott. Antonio Sergi – Giornalista (Il Giornale, IlGiornaleOff, Cultura Identità, Gazzetta del Sud) (Premio per il Giornalismo); Dr.ssa Silvia Malara – Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia  presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore “A. Gemelli” di Roma con votazione di 110/110 e lode e pubblicazione della tesi “ l’heart – team e le patologie valvolari: esperienza e risultati clinici” (Neolaurea- Premio Valeria Morabito).

I commenti sono chiusi