Spazio per i Poeti

 

Dedicata a Don Nuccio

di Giuseppina De Felice

 

Ho camminato in fretta

(troppo tardi ho camminato)

nel volto mansueto

del sacerdote che accarezza

con semplicità di gesto

la copertina del Vangelo

come fosse il suo bambino.

-Beati i miti

avranno in eredità la terra!-

Nei tuoi occhi sacerdote

ho pronunciato il Credo.

Col canto di lode

tra i fiori della bara

tu m’hai risposto ”credo.”

Il tuo volto sereno

nella dignità del Cristo

io lo raccolgo

prima che sia tardi

per dare alla mia vita

la semplicità del gesto.

20/03/2018

 

I commenti sono chiusi