Premio 2018

Ha preso avvio la macchina organizzativa in vista della consegna del Premio Anassilaos di Arte Cultura Economia e Scienze che nell’anno in corso festeggia il suo trentesimo anno di vita e la cui cerimonia conclusiva si terrà sabato 10 novembre p.v. a Reggio Calabria presso l’Auditorium “Nicola Calipari” .

Al centro della riflessione del Premio – riferisce Stefano Iorfida, Presidente dello stesso – saranno  la  Pace, a cento anni dalla conclusione della Grande Guerra, la Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo, a settanta anni dalla proclamazione, e la Costituzione Italiana nel settantesimo della sua entrata in vigore.

Il primo evento sarà oggetto di una mostra dal titolo “Dalla inutile strage alla Pace”,  che cita un brano della  lettera ai “capi dei popoli belligeranti” di Papa Benedetto XV, datata  1° agosto 1917, curata da Giuseppe Diaco.

Il secondo evento celebrerà invece, attraverso gli articoli più significativi e densi, illustrati da immagini fotografiche, disegni e opere d’arte, quella Dichiarazione che merita di essere considerata più come un punto di partenza che di arrivo, un obiettivo  ancora da raggiungere visto che le violazioni dei diritti umani continuano a caratterizzare la nostra società. Con l’attenzione riservata a tali eventi il Premio Anassilaos – scrive ancora Iorfida  – nel festeggiare il suo 30° anno di vita,  si sforza anche di cogliere le inquietudini che serpeggiano ai nostri giorni sia sul piano politico e sociale che su quello culturale.

Su tale linea ideale  alcuni dei primi riconoscimenti che saranno conferiti: il Premio per la Pace San Giovanni Paolo II all’Arcivescovo  Mons. Pierbattista Pizzaballa, (foto) già Custode di Terra Santa e Guardiano del Monte Sion e dal giugno 2016 Amministratore Apostolico di  Gerusalemme dei Latini, il Premio “Polis  che si propone di esaltare il senso e lo spirito della “comunità” caratterizzata   da una coscienza  della legalità  intesa non soltanto come mero rispetto di una norma ma come senso di appartenenza ad una collettività regolata, prima ancora  che da buone leggi, da buoni costumi, conferito al Dott. Giuseppe Creazzo, (foto) Procuratore della Repubblica di Firenze; il premio per  “La littérature au service de la paix, de la coopération et de la solidarité entre les peuple” alla scrittrice libanese Rasha al Ameer, (foto) la cui opera è un eccellente esempio di come la letteratura aiuti a riflettere sull’importanza dell’amore e della poesia per lottare contro il fanatismo e rendere l’umanità “più umana”; al  Prof. Antonino Spadaro, (foto) Costituzionalista, Ordinario di Diritto Costituzionale presso l’Università Mediterranea di Reggio Calabria e alla Prof.ssa  Isabella Camera d’Afflitto, (foto) Ordinario di Letteratura Araba Moderna e Contemporanea presso l’Università la Sapienza di Roma il premio “Civitas Europae”; uno speciale riconoscimento  al Dott. Giuseppe Mantella, (foto) insigne restauratore che da Malta (affreschi di Mattia Preti nella concattedrale di San Giovanni) a Roma (Estasi di Santa Teresa del Bernini) fino a Reggio Calabria (restauro dell’Angelo Tutelare a Palazzo San Giorgio  e della cosiddetta “Nuvola di Camerino” presso il Museo Diocesano) è impegnato a preservare  per le future generazioni un patrimonio artistico di incomparabile bellezza.

La stagione del Premio Anassilaos, si è  aperta nel mese di maggio  con due eventi di grande valore culturale, scientifico e religioso.  Il 24 maggio ultimo scorso, presso la Sala della Biblioteca de Nava, nell’ambito  del “Maggio dei Libri” promosso congiuntamente  dal  Comune di Reggio Calabria e dalla Biblioteca “De Nava”, si è tenuta la cerimonia di consegna del premio per la Sezione   “Civitas Europae”  al Prof.  Aurelio Pérez Jiménez ( foto), Ordinario di Filologia greca presso l’Università di Malaga, Presidente della Società Spagnola di Studi su Plutarco, specialista, oltre che dello stesso Plutarco, delle  tematiche inerenti ai rapporti tra religione magia e astrologia nel mondo greco-romano,  il quale ha tenuto  una lezione sul tema  “Dodecatropos o Carta Astral en el Mundo greco-romano”. Alla cerimonia è intervenuto l’ Assessore comunale alla Valorizzazione  del Patrimonio  storico-artistico-archeologico e paesaggistico Irene Calabrò. Il  26 maggio invece, presso Palazzo Alvaro, sede della Città Metropolitana, nel 50° anniversario del pio transito di San Pio da Pietrelcina (25 maggio 1887 –23 settembre 1968) si è svolta la cerimonia di consegna del  Premio Anassilaos 2018 per “L’Attività di Promozione Umana e Sociale”  a Padre Marciano Morra, già  segretario nazionale dei Predicatori Cappuccini e superiore del Convento di S. Giovanni Rotondo,  l’ultimo frate che ha vissuto accanto a Padre Pio, e la cui missione è sempre stata quella di custodire l’ eredità del Santo attraverso le numerose pubblicazioni sulla vita e la spiritualità di San Pio e un  infaticabile apostolato in Italia e nel Mondo.  Tra le sue tante visite quella più famosa resta quella a Buenos Aires nel 2002, su invito dell’allora card. Jorge Mario Bergoglio. Nella circostanza si è svolta la presentazione del suo ultimo libro “Con Padre Pio a tu per tu” con l’intervento del Delegato alla Cultura della Città metropolitana, Filippo Quartuccio. Nei prossimi giorni saranno comunicati i nomi degli altri insigniti.

Premio Anassilaos Città di Reggio Calabria e Giovani

Si avvia alla sua conclusione la 30° edizione del Premio Anassilaos, una edizione ricca di iniziative ed eventi, la cui cerimonia conclusiva si terrà sabato 10 novembre a Reggio Calabria presso l’Auditorium Nicola Calipari. Nell’ambito della Sezione “Città di Reggio Calabria”, accanto agli studiosi italiani ed europei, si è ritenuto di dedicare una particolare attenzione ai giovani studiosi di area reggina, ma non solo, la cui attività nei più diversi campi di ricerca esprime la ricchezza e la vivacità culturale della nostra terra. In tale sezione riconoscimenti a Francesco Stilo, Ricercatore a tempo determinato in Chirurgia Vascolare presso l’Università Campus Biomedico di Roma; a Maria Cristina Alati, cultore di Economia Industriale, Economia dei Beni Culturali ed Economia della Moda e del Marchio presso l’Università Mediterranea e  Dottore di Ricerca; Vincenzo Musolino, Dottore di ricerca in ‘metodologie della filosofia’ presso l’Università di Messina a autore di due saggi dedicati al pensiero teologico e politico occidentale; Enrico Tromba, studioso di Archeologia Cristiana e Antichità Ebraiche nonché  Docente a contratto presso la Pontificia Facoltà Teologica, Istituto di Scienze Religiose di Reggio Calabria; Laura Maria Venniro, autrice di numerosi saggi dedicati alla  storia, alla cultura e alla letteratura russa anche nei suoi rapporti con il nostro Paese.  Per la “Sezione Giovani”  riconoscimenti ad  Alessia Sconti, Dottoranda di Ricerca in Economia, Management e statistica presso l’ Università di Messina; a  Isabella Trombetta,  Dottoranda in “Global Studies – for an inclusive and integrated society”  presso l’Università per Stranieri Dante Alighieri di Reggio Calabria, alla spagnola Nerea Lòpez Carrasco, dottoranda presso l’Università di Malaga. Per la Poesia Giovane (Premio Luca Caccamo) riconoscimento a  Massimiliano Barberio per la silloge in via di pubblicazione “Videmus nunc per speculum”; per la Musica alla Orchestra Giovanile Falcone e Borsellino di Catania e al reggino Andrea Milasi cantautore Rock-pop.   Tra i neo-laureati riconoscimenti ad Andrea Campione, Laurea Magistrale in Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio presso l’Università Mediterranea di Reggio Calabria, a Claudio Panaia, Laurea Magistrale in “Scienze dell’Antichità” presso l’Università della Calabria, e “alla memoria” di Valeria Morabito, tragicamente scomparsa qualche anno fa. Tra i giovanissimi Emanuela Muzzupappa, Laurea in Media design e Arti multimediali presso Naba,  Nuova Accademia di Belle Arti di Milano. Ammessa alla prima selezione del Centro Sperimentale di cinematografia di Roma, Regista  e sceneggiatrice  del cortometraggio “Legami”.

 

Cerimonia di consegna del Premio Anassilaos 2018

Si terrà sabato 10 novembre presso l’Auditorium “Nicola Calipari” del Consiglio Regionale la cerimonia di consegna del Premio Anassilaos 2018, giunto alla sua 30° edizione, che quest’anno ha assunto anche una sua  dimensione internazionale per i riconoscimenti  conferiti a personalità provenienti dalla Francia, dalla Spagna, dalla Svizzera, dalla Grecia, dal Libano, dal Brasile, dalla Malesia. L’evento trentennale è anche illustrato  dalla realizzazione da parte di Poste Italiane di un folder filatelico dedicato a Reggio Calabria “Città d’Europa e del Mediterraneo” che, nel ricordare il Premio, ne celebra soprattutto la fede,  l’arte, i monumenti. Come si diceva importanti le personalità insignite del riconoscimento. Nella Sezione “POLIS” PER LA LEGALITÀ che si propone di esaltare il senso e lo spirito della “comunità” caratterizzata   da una coscienza  della legalità  intesa non soltanto come mero rispetto di una norma ma come senso di appartenenza ad una collettività regolata, prima ancora  che da buone leggi, da buoni costumi due magistrati impegnati nella lotta alla criminalità organizzata, il Dott. Giuseppe Creazzo,  Procuratore della Repubblica di Firenze e il Dott. Nicola Gratteri, Procuratore della Repubblica di Catanzaro. A quaranta anni di distanza dall’agguato mafioso (25 settembre 1988)  che mise fine alla vita del giudice Antonino Saetta e del figlio Stefano, il Premio Anassilaos renderà omaggio alla figura del magistrato. Fin dai suoi primi anni infatti il Sodalizio reggino ha rivolto grande attenzione a quello che ha definito  “Il dovere della memoria”  verso gli uomini e le donne di questo grande Paese che hanno perso la vita nell’adempimento del proprio dovere, a difesa della legalità e della libertà dei cittadini. Premio “CIVITAS EUROPAE” alla Prof.ssa Isabella Camera D’AfflittoOrdinario di Letteratura Araba Moderna e Contemporanea presso l’Università la Sapienza di Roma; al Prof. Emilio Suárez De La Torre, Catedrático de Filología Griega, Departament d’Humanitats Universitat ‘Pompeu Fabra’, Barcelona; al  Maestro Prof. Jean Ferrandis, Flûtiste et Chef d’Orchestre. Professeur à l’Ecole Normale  Supérieure de Paris et à la California State University à Fullerton en Californie; al Prof. Mauro Ronco, insigne penalista, già Ordinario di Diritto Penale presso l’Università e di Padova e docente della medesima disciplina presso l’ Institut für Italienisches Recht, Universität Innsbruck; al Prof. Antonino Spadaro, Costituzionalista, Ordinario di Diritto Costituzionale presso l’Università Mediterranea di Reggio Calabria. PREMIO Μεγάλη λλάς al Prof. Pietro Dalena,  Ordinario di Storia Medievale presso l’Università della Calabria; al Prof. Gianluca Maria Farìnola, Ordinario di Chimica Organica presso il Dipartimento di Chimica dell’Università di Bari. Presidente della Divisione di Chimica Organica dell’EuCheMS, la Società dei Chimici Organici Europei; al Prof. Giuseppe Giordano,  Ordinario di  Storia della filosofia presso il Dipartimento di Civiltà Antiche e Moderne dell’Università di Messina.  PREMIO  Πυθαγόρας ο Σάμιος  al  Prof. Luiz Roberto Evangelista, Professore ordinario di fisica teorica presso il Dipartimento di Fisica dell’Università di Maringà Department of Physics Universidade Estadual de Maringá e al Prof. Massimo Squillante,  Ordinario di Metodi Matematici dell’Economia e delle Scienze Attuariali e Finanziarie presso l’Università degli Studi del Sannio di cui è  Vicerettore; PREMIO “AREA DELLO STRETTO” alla Prof.ssa Diletta Minutoli,  Associato di Papirologia Dipartimento di Civiltà Antiche e Moderne dell’Università degli Studi di Messina. PREMIO ALLA CARRIERA al Prof. Enrico Costa, Emerito Università Mediterranea di Reggio Calabria. Già Ordinario di Urbanistica presso la medesima Università. Premio per la CULTURA al Personale del Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria.  Premio “Μνήμη” per la conservazione del Patrimonio Artistico al Dott. Giuseppe Mantella, insigne restauratore impegnato a preservare  per le future generazioni un patrimonio artistico di incomparabile bellezza. Per la MUSICA riconoscimento alla violinista di nazionalità svizzera Maristella Patuzzi. Per la SAGGISTICA riconoscimento al giornalista e saggista Arcangelo Badolati per il saggio “Santisti & ‘ndrine. Narcos, massoni deviati e killer a contratto” (Pellegrini) e alla Prof.ssa Elena Santagati  per il saggio “Timoleonte – ἱερὸς ἀνήρ tra storia e propaganda”. Saranno ritirati in altra data i riconoscimenti conferiti a Mons. Pierbattista Pizzaballa (foto1 , foto2), già Custode di Terra Santa e Guardiano del Monte Sion e dal giugno 2016 Amministratore Apostolico di  Gerusalemme dei Latini (Premio per la Pace San Giovanni Paolo II); quello per la “La Littérature au service de la Paix, de la Coopération et de la Solidarité entre les peuple” attribuito alla scrittrice libanese Rasha Al Ameer, la cui opera è un eccellente esempio di come la letteratura aiuti a riflettere sull’importanza dell’amore e della poesia per lottare contro il fanatismo e rendere l’umanità “più umana”; quello conferito al Prof. Zeffiro Ciuffoletti, storico, già Ordinario di Storia Contemporanea presso l’Università di Firenze; al Soprano Liliana Marzano (foto); al Prof. Gafurjan Ibragimov docente al  Department of Mathematics, Faculty of Science,  University Putra in Malesia. Nell’ambito della Sezione “Città di Reggio Calabria” insigniti numerosi studiosi di economia, storia, filosofia, medicina dal  medico Dott. Francesco Stilo,  alla Dott.ssa Maria Cristina Alati, dal Dott. Vincenzo Musolino, al Prof. Enrico Tromba fino alla Dott.ssa Laura Maria Venniro. Premio Giovani, conferito dalla Sezione Giovanile di Anassilaos  presieduta dall’Avv. Tito Tropea, a  giovanissimi impegnati nella ricerca come nella poesia, nella musica, nella regia: alle dottorande Alessia Sconti, Isabella Trombetta,  Nerea Lòpez Carrasco; ai giovani neolaureati Andrea Campione e  Claudio Panaia; al poeta e studioso Massimiliano Barberio (Premio Giovani Poesia “Luca Caccamo”); all’ Orchestra Giovanile Falcone e Borsellino; al cantante pop-rock  Andrea Milasi, alla giovanissima Emanuela Muzzupappa, che ha intrapreso con lusinghieri risultati la via della regia cinematografica. Tra i giovani infine un riconoscimento alla memoria della Dr.ssa Valeria Morabito scomparsa tragicamente qualche anno fa.